Riassunto: EDGE lancia la prima linea di munizioni circuitanti intelligenti fabbricate negli Emirati Arabi Uniti all’evento IDEX 2021

ABU DHABI, Emirati Arabi Uniti–()–EDGE, gruppo impegnato nello sviluppo di tecnologie che trovano impiego in numerosi settori, tra cui quello della difesa, ha lanciato oggi la sua prima linea di munizioni circuitanti multirotore, la serie QX. Shadow 50 e Shadow 25, il kit per munizioni plananti Rash 2 e i nuovi modelli delle munizioni a lungo raggio RW24 – tutti progettati e fabbricati nel primo anno di attività della società – sono stati presentati anch’essi il primo giorno della Fiera/Conferenza internazionale per il settore della difesa (International Defence Exhibition and Conference, IDEX) del 2021, attualmente in corso di svolgimento presso il Centro fieristico nazionale di Abu Dhabi (Abu Dhabi National Exhibition Centre, ADNEC) fino al 25 febbraio.

I mezzi aerei senza equipaggio (unmanned aerial vehicle, UAV) elettrici di prima classe saranno esposti nel padiglione EDGE in presenza di Sua Eccellenza Faisal Al Bannai, amministratore delegato e direttore generale di EDGE, e di Ali Al Yafei, amministratore delegato di ADASI.

Sua Eccellenza Faisal Al Bannai, amministratore delegato e direttore generale di EDGE, ha dichiarato: “In questo momento, la tecnologia per droni sta rivoluzionando il nostro mondo, ove il potenziale, non solo per il settore militare, bensì anche per il settore commerciale, dei mezzi senza equipaggio e delle capacità autonome deve ancora essere completamente esplorato”.

Ha quindi aggiunto: “Attraverso il lancio della prima linea di droni circuitanti intelligenti realizzati negli Emirati Arabi Uniti, EDGE ha raggiunto un’importante pietra miliare in termini di abilitazione di nuove tecnologie, aumento delle capacità autonome del Paese e integrazione dell’intelligenza artificiale (artificial intelligence, AI)”.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Source